AMBITI DI COMPETENZA

Proponiamo impermeabilizzazioni fluide in resine armate e opere da lattoniere, con minuziosa cura operativa e competenza per risultati duraturi alle seguenti lavorazioni

EDILIZIA IN SOPRASTRUTTURA

  • Tetti piani, tetti a terrazza, tetti a vista decorativi e pensiline

  • Balconi, terrazze, portici e passerelle

  • Parcheggi e autorimesse sotterranee

  • Piscine e fontane

  • Serbatoi, vasche e bacini tecnici

  • Strutture interrate, giunti di costruzione, dilatazioni e raccordi

  • Strisce stradali, piste ciclabili, segnaletica per transiti automezzi

PAVIMENTI E RIVESTIMENTI SPATOLATI INTERNI

  • Superfici abitative personalizzate, docce, bagni, wellness e spa

  • Pavimenti per negozi, showroom e commerciali

  • Pavimenti e rivestimenti industriali pratici ed essenziali

  • Trattamenti idrorepellenti impregnanti protettivi

  • Antipolvere applicato a strato sottile su basi cementizie

OPERE DA LATTONIERE

  • Lattoneria tetti a falda e lavorazioni di dettaglio coperture diverse

  • Rivestimenti di abbaini, pezzi speciali e su misura

  • Sistemi bituminosi saldati o incollati

  • Manutenzione tetti piani e tetti in genere

Apartment Building

EDILIZIA IN SOPRASTRUTTURA

Utilizziamo resine impermeabilizzanti armate su tutta la superficie, a base di polimetilmetacrilato (PMMA).

Le resine PMMA sono sistemi di impermeabilizzazione in resina liquida sviluppate per l’utilizzo su connessioni di materiali diversi, dettagli e giunti di movimento, così come nelle zone più critiche dei dettagli costruttivi. Il sistema di impermeabilizzazione PMMA è stato pensato appositamente per poter essere impiegato anche a basse temperature, fino a -5 ° C, durante tutto l’anno. Il sistema a resina liquida PMMA è impermeabile alla pioggia dopo circa 30 minuti dall’applicazione e polimerizza completamente in 45 minuti circa. Le opere di impermeabilizzazione possono così essere effettuate in totale sicurezza e con qualsiasi condizione climatica.

Con il termine resina si definisce una vasta gamma di prodotti polimerici che consentono di ottenere sinteticamente caratteristiche chimico/fisiche simili a quelle di pietra, cemento, ceramica e vetro. Alternative ai prodotti tradizionali, le resine comprendono una serie di materiali che si utilizzano per rivestire e proteggere supporti di varia natura, interni ed esterni, come cemento, metallo, pietra e legno.

Le resine che interessano il settore edile si dividono in monocomponenti e composite (bicomponenti o tricomponenti). Con le prime si eseguono rivestimenti a film: idropitture, plastici, colle, guaine fluide, ecc. Con le resine composite si realizzano rivestimenti a spessore (autolivellanti e malte sintetiche o resino/cementizie) impiegati in pavimenti, pareti e coperture. Le resine composite si integrano con sostanze che è indispensabile miscelare al momento dell’uso.

 

Le resine conferiscono al materiale rivestito maggiore resistenza all’usura, impermeabilità, e consentono pure di ottenere un piacevole effetto estetico. Le resine, miscelate con particolari sostanze, dette catalizzatori o indurenti, formano masse in grado di solidificare a film o a spessore. La base è la parte che può essere colorata o trasparente e che contiene la resina, in percentuale variabile. Può essere usata per diverse applicazioni, mentre l’indurente è l’elemento variabile, che deve essere scelto in funzione delle caratteristiche richieste al prodotto finito.

Le superfici all'aperto come balconi e terrazze su tetto, logge e portici sono costantemente esposte agli agenti atmosferici. Pertanto, le superfici esterne devono essere particolarmente resistenti alle sollecitazioni meccaniche e all'usura. I sistemi vengono impiegati negli edifici nuovi e nei risanamenti. Poiché il materiale è ad aderenza totale con il sottofondo, anche in caso di danneggiamento meccanico, l'umidità in un primo momento non può penetrare. Il sistema impermeabilizzante grazie al superamento delle fessure (crack-bridging) compensa inoltre semplicemente i movimenti dell'edificio, che si verificano soprattutto nel punto di intersezione di elementi costruttivi orizzontali e verticali.

 

Ulteriori vantaggi in breve:

  • possibilità di impermeabilizzazioni e rivestimenti di balconi in giornata

  • adeguamento senza saldature a qualsiasi forma costruttiva

  • impermeabilizzazione sicura di giunti e dettagli

  • resistenza ai raggi UV e agli agenti atmosferici per una lunga durata

  • molteplici possibilità di configurazione con il programma colori

Empty Factory

PAVIMENTI E RIVESTIMENTI SPATOLATI INTERNI

Le infinite possibilità di combinazioni cromatiche e decorative delle resine hanno permesso il loro ingresso nelle nostre case.

Ultimamente la tendenza si sta diffondendo sempre maggiormente nei progetti dei migliori architetti che possono così creare pavimentazioni pregiate ed uniche.

Rapidità di posa, resistenza al calpestio ed impermeabilità, sono le caratteristiche più apprezzate nel settore dei pavimenti industriali, di commercio e pubblico.

Nei siti produttivi industriali, in base all'attività svolta, servono caratteristiche di resistenza ai carichi, all'usura, agli agenti fisici e chimici e  altre condizioni "difficili".

La perfetta uniformità, lucentezza e scorrevolezza delle superfici consente un'ottima movimentazione dei carichi con carrelli elevatori e transpallets, e qualora fossero necessarie altre caratteristiche (ad. esempio pavimentazioni più elastiche per palestre) è possibile ricavarle miscelando opportunamente i componenti.

La manutenzione di questo tipo di pavimento è più facile e di elevata sicurezza igienica; soluzione quindi consigliabile per chi ha un’attività di lavoro specialmente a contatto con alimenti, ai locali adibiti al pubblico, all’abitazione dove ci sono dei bambini.

lattoneria tetti facciate.jpg

OPERE DA LATTONIERE

La lattoneria è l'attività prevalentemente artigianale della lavorazione delle lamiere soprattutto nel campo dell'edilizia, nella realizzazione di canalizzazioni, canali di gronda, scossaline ed altro. Di solito il lattoniere realizza, a secondo della forma, delle necessità e dell'estetica voluta, le canalizzazioni, canali di gronda, converse per comignoli ed altri accessori.

Esistono diversi tipi di materiali impiegati in lattoneria come l'acciaio inox, il rame, la lamiera zincata (oggi non più in uso), la lamiera preverniciata, l'alluminio naturale e preverniciato, e lo zinco-titanio.

 

Le opere di lattoneria edile riguardano la realizzazione di grondaie e pluviali, necessari ad un adeguato defluire delle acque piovane, oltre a definire esteticamente il tetto piano o a falda


Le opere di lattoneria in edilizia riguardano la lavorazione delle lamiere in modo artigianale, per la realizzazione di tutte le opere principali all’evacuazione delle acque e alla protezione dei raccordi impermeabili per le coperture edili.

 

Le lamiere vengono generalmente sagomate e piegate mediante l'impiego di piegatrici a bandiera elettriche, oleodinamiche e manuali. I canali di gronda, le scossaline, converse ecc. sono prodotte mediante pressopiegatura. I tubi pluviali sono prodotti utilizzando la tecnica della profilatura a rulli. Gli accessori quali gomiti, sostegni, collari ecc..., sono prodotti mediante stampaggio.